Risvolti clamorosi nelle indagini sulla morte del cuoco di Modica, nel ragusano, Peppe Lucifora. L’uomo di cinquantotto anni è deceduto domenica scorsa nel suo appartamento e questa vicenda era ricca di ombre. L’autopsia, eseguita martedì sera, infatti ha confermato le ipotesi iniziali degli inquirenti: la morte dello chef non è stata naturale. Gli investigatori, dunque, stanno indagando per omicidio a carico di ignoti e dai primi risultati dell’ispezione cadaverica si sono scoperte due fratture che l’uomo ha subito: una agli zigomi e l’altra alla mandibola. L’analisi autoptica ha rivelato anche altre contusioni. Domani si svolgeranno i funerali di Lucifora nella Chiesa di San Giorgio. Ad ogni modo, il caso rimane aperto e ancora a tinte fosche.

Condividi