La polizia ferroviaria e il personale dell’Arpa hanno sequestrato un impianto di demolizioni auto della zona tra Agrigento e Raffadali. Nel corso di alcuni controlli del territorio gli agenti hanno trovato la struttura senza le dovute autorizzazioni e i dirigenti sono accusati anche di ipotetici reati ambientali.

A tal proposito, infatti, dalle analisi svolte sono emerse diverse irregolarità in merito alla miscelazione dei rifiuti pericolosi. Questi ultimi, inoltre, sarebbero stati smaltiti in maniera non idonea e dell’olio esausto è stato rinvenuto sul pavimento. Sono, quindi, stati apposti i sigilli all’impianto.

Condividi