L’inchiesta sull’uccisione dell’agente Nino Agostino e della moglie Ida Castelluccio conosce finalmente un punto di svolta. Il procuratore generale Roberto Scarpinato ha inviato un avviso di chiusura indagine, seguirà una richiesta di rinvio a giudizio per i boss Nino Madonia e Gaetano Scotto e per Francesco Paolo Rizzuto, amico della vittima, indagato per favoreggiamento. Agostino e la moglie furono assassinati davanti alla loro casa di villeggiatura a Villagrazia di Carini la sera del 5 agosto 1989.

Condividi