Palermo, docente perseguita sua alunna a scopi sessuali: 60enne arrestato

Un clamoroso caso si è verificato in un istituto superiore scolastico palermitano: un docente di 60 anni è stato posto ai domiciliari dalla Polizia di Stato. Il soggetto – dicono i poliziotti – è accusato di atti persecutori e di avere condotto “atti diretti in modo non univoco a compiere atti sessuali” nei confronti di una sua alunna minorenne. Scatta ai danni del professore anche la misura interdittiva del divieto temporaneo di esercitare l’attività professionale di insegnante. Secondo gli agenti nel mese di maggio dello scorso anno i genitori della giovane hanno denunciato al commissariato “Libertà” i comportamenti dell’insegnante nei confronti della figlia. La squadra mobile, coordinata dalla Procura, ha avviato delle indagini. Sono stati ascoltati dagli agenti anche altri docenti e alunne acquisendo la documentazione scolastica e scoprendo che l’uomo aveva già un precedente specifico. Lo scorso marzo i genitori della minore hanno denunciato alla Polizia la presenza del 60enne nei pressi della loro abitazione, il quale avrebbe tentato di parlare e di trattenere la figlia utilizzando metodi non ortodossi.

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.