Polizia di Catania salva donna soggiogata dal convivente: allarme lanciato dalla madre della vittima

Una donna, soggiogata dal proprio convivente, è stata salvata dal personale dell’ufficio Minori e Vittime Vulnerabili della Divisione Anticrimine della questura di Catania. Una telefonata arrivata da parte della madre della vittima all’ufficio Stalking da una provincia diversa, non indicata per privacy, ha segnalato la situazione di potenziale pericolo in cui era la donna. La signora ha riferito che non sentiva la figlia da qualche giorno, donna che da pochi mesi era andata a convivere con l’uomo a Catania. La madre ha fornito agli inquirenti tutte le notizie in suo possesso affermando che la figlia era stata soggiogata psicologicamente dal suo convivente.

Il personale dell’ufficio ha avvitato un’indagine per individuare la località in cui potesse trovarsi la vittima. La donna quindi è stata contattata e informata che alcune pattuglie di Polizia la cercavano per aiutarla. La malcapitata ascoltando una voce femminile ha preso coraggio e, approfittando della momentanea distrazione dell’uomo, è fuggita dall’appartamento. La donna, sempre in contatto con l’operatrice, è stata rintracciata e messa in sicurezza. Proseguono le attività di indagine.

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.