Caso Gregoretti, senato accoglie richiesta di procedere nei confronti di Salvini

L’aula del senato accoglie la richiesta di autorizzazione a procedere nei confronti di Matteo Salvini per il caso Gregoretti con 152 voti. Bocciato l’ordine del giorno di Forza Italia e Fratelli D’Italia, che fino all’ultimo hanno provato a salvare l’ex ministro dall’accusa di sequestro per i 131 migranti bloccati a luglio per 4 giorni sulla nave militare, prima di poter sbarcare ad augusta. La lega non ha partecipato al voto uscendo dall’aula. “Ho fatto il mio dovere – ha detto Salvini -. La difesa dei confini nazionali è un sacro dovere“. E rilancia: “Se ci deve essere un processo, che ci sia”.

Condividi

Sicilia presente alla Bit di Milano, Musumeci: “La nostra isola tra le mete preferite al mondo”

La Sicilia è tornata alla Bit di Milano. Nella giornata di domenica 9 febbraio durante la sua apertura il presidente della Regione Siciliana, Nello Musumeci ha dichiarato: “Destagionalizzare i flussi turistici, riqualificare il segmento culturale e tutelare la tipicità enogastronomica. Sono i tre principali obiettivi che il mio governo si pone per il 2020 sul fronte del turismo”.

“Siamo la regione del Mezzogiorno – prosegue il Governatore della Sicilia -, che ha registrato la maggior crescita nello scorso anno in arrivi e presenze. Siamo fra le prime mete preferite al mondo e vogliamo farci trovare pronti all’appuntamento con questa straordinaria opportunità. Lavoriamo a un patto pubblico-privato che faciliti l’accessibilità aerea all’Isola e renda più varia e qualificata l’offerta ricettiva. Siamo sulla buona strada”.

Condividi

Elezioni amministrative, il 24 maggio in Sicilia si vota in 61 comuni

Elezioni amministrative in 61 comuni della Sicilia il 24 maggio prossimo. A deciderlo il governo Musumeci, che ha fissato per il 7 giugno la data dell’eventuale ballottaggio. A essere coinvolti dalla tornata elettorale saranno circa 750mila siciliani. Agrigento ed Enna sono gli unici capoluoghi di provincia che andranno al voto.
Si voterà anticipatamente a Casteltermini (Ag), San Pietro Clarenza (Ct), Partinico e Termini Imerese (Pa) e Floridia (Sr), attualmente commissariati e a Camastra (Ag), Bompensiere (Cl) e Trecastagni (Ct), sciolti in precedenza per mafia dal Consiglio dei ministri. Tra i Comuni più grandi coinvolti, oltre ai due capoluoghi, ci sono Marsala (Tp), Barcellona Pozzo di Gotto e Milazzo (Me), Carini e Partinico (Pa) e Augusta (Sr). Sono 17 i comuni al voto con sistema proporzionale, 44 con il maggioritario.

Condividi

Sicilia, Musumeci: “Ricandidarmi? Prima devo riuscire a fare almeno il 60% di quanto programmato”

Il governatore della Regione Siciliana, Nello Musumeci, intervistato ai microfoni di SkyTG24 risponde circa la possibilità di riprensentarsi come candidato presidente alle prossime elezioni isolane. “Non ho la presunzione di dirlo adesso – ha ammesso Musumeci -, voglio vedere se in questi tre anni riuscirò a fare almeno il 60% delle cose per le quali ho chiesto e ho ottenuto il consenso dei siciliani”. Elezioni previste per il 2022, ancora circa tre anni di lavoro per questo governo che certificheranno il lavoro portato avanti in un senso o nell’altro.

Condividi

Sicilia, pronto a nascere il partito di unità siciliana

Prenderà vita il 15 e 16 febbraio il partito di unità siciliana. Il lavoro preparatorio del tavolo blu, durato oltre un anno, è servito a raccogliere decine di movimenti e associazioni che già operavano per il bene della Sicilia, intorno a temi come quelli della valorizzazione e della protezione delle risorse materiali e immateriali, della perequazione delle infrastrutture. L’Astoria Palace di Palermo, a partire dalle 10 di sabato 15 febbraio, ospiterà il congresso fondativo della nuova formazione politica, post-ideologica e attenta soltanto agli interessi concreti della Sicilia.

Condividi

Palermo, scattano sequestri per sottrazione di denaro all’istituto formativo per disabili e disadattati sociali: coinvolto un ex deputato regionale

Sequestrati complessivamente 500mila euro a Toni Rizzotto, 67 anni, ex deputato regionale all’Ars (gruppo lega) e al quarantacinquenne Alessandro Giammona, dai finanzieri del nucleo di Polizia economico-finanziaria di Palermo. I due sono accusati di peculato per aver sottratto somme di denaro dalle casse dell’istituto formativo per disabili e disadattati sociali, ente destinatario di fondi pubblici erogati della Regione siciliana. Il provvedimento è del gip del tribunale di Palermo. Le indagini, coordinate dalla procura, scaturiscono da denunce del 2017 da diversi ex dipendenti dell’ente di formazione.

Condividi

Matteo Salvini a Palermo: proteste accese a Ballarò

Striscioni e manifesti di protesta contro Matteo Salvini in piazza Mediterraneo, zona del mercato storico di Ballarò, a Palermo. Il sindaco di Palermo Leoluca Orlando commenta il suo arrivo in città ribadendo che considerate le dichiarazioni di alcuni rappresentanti della Lega poco positive in merito alla zona palermitana “La sua passeggiata in solitaria o accompagnato dalla solita claque appare quindi per quella che è: una mera provocazione”.

Condividi

Palermo | Strage via D’Amelio, ex pm Di Matteo: “Non fu solo una strage di mafia”

L’ex pm Nino Di Matteo, soggetto che fece parte del pool che indagò sull’attentato di via D’Amelio, a Palermo, ha affermato di non credere “che la strage di via D’Amelio sia solo di mafia”. Questa è la deposizione dell’ex pubblico ministero nel processo sul depistaggio delle indagini sulla strage di via D’Amelio. Adesso Di Matteo è un componente del Csm. “Il depistaggio – spiega Di Matteo – cominciò con la scomparsa dell’agenda rossa di Borsellino. E le indagini sul diario del magistrato partirono già il 20 luglio del 1992, il giorno dopo l’attentato”.

Condividi

Elezioni regionali in Calabria ed in Emilia-Romagna: i risultati delle votazioni

Si sono verificate le elezioni regionali domenica 26 gennaio in due Regioni italiane, l’Emilia-Romagna e la Calabria. Entrambe erano amministrate da governatori del centrosinistra: Stefano Bonaccini e Mario Oliverio. I risultati delle votazioni hanno confermato l’elezione di Stefano Bonaccini in Emilia-Romagna con il 51,42%, mentre il governo della regione Calabria passa con il 55,29% dei voti al centrodestra nelle mani Jole Santelli di Forza Italia. Santelli è la prima donna governatrice di una Regione meridionale. In Emilia-Romagna il Partito democratico torna a essere primo partito, con il 34,69%, primato che aveva perso sia alle politiche, sia alle europee. Il PD anche in Calabria è il primo partito con il 15,19%;

Condividi

Catania, la giunta Pogliese delibera un vasto piano di pedonalizzazioni del centro storico

Un imponente piano di pedonalizzazioni di piazze e strade del centro storico di Catania ma anche di altre zone della città, è stato varato dalla giunta comunale presieduta da Salvo Pogliese su proposta dell’assessore alla mobilità Giuseppe Arcidiacono.

Insieme ai tecnici dell’Ufficio Traffico Urbano – ha spiegato il sindaco Salvo Pogliese – dopo un attento lavoro di monitoraggio coordinato dall’assessore Pippo Arcidiacono che ringrazio, abbiamo messo a punto un piano unitario di provvedimenti, coordinandoli con interventi preesistenti non sempre coerenti che necessitavano di essere razionalizzati e resi omogenei. L’obiettivo – ha proseguito il sindaco – da un canto è aumentare la vivibilità per cittadini e turisti, dall’altro esaltare le bellezze monumentali nel cuore del nostro splendido barocco come piazza Duomo, piazza Università, via Etnea e il complesso di stradine limitrofe, la Pescheria, via dei Crociferi, piazza Dante con la chiesa di San Nicola l’Arena e il Monastero dei Benedettini, via Garibaldi e altro ancora. Con una sempre più diffusa sensibilità verso l’utilizzo del mezzo pubblico, la creazione di nuovi parcheggi per cui siamo impegnati e, in generale, una maggiore attenzione verso la sostenibilità ambientale, consideriamo questo articolato piano, che naturalmente verrà attuato gradualmente, il primo step nel segno di una città in continuo mutamento. E per questo confidiamo nella collaborazione dei cittadini, per salvaguardare spazi comuni senza necessità di ricorrere ad azioni repressive, come del resto avviene in tutte le grandi città europee”. In dettaglio, con la delibera illustrata alla giunta comunale dall’assessore Arcidiacono, in piazza Duomo viene definitivamente istituita l’interdizione della circolazione a tutti i veicoli, a eccezione dei mezzi in emergenza, dei possessori di garage, preventivamente autorizzati dal Comando di Polizia Municipale, dei mezzi di trasporto pubblico di dimensioni massime di 8 metri. Il sabato pomeriggio, le domeniche e i giorni festivi, in piazza Duomo il divieto di transito varrà anche per i mezzi pubblici”.

Pedonalizzata anche via Etnea, che diventa un unicum da via Dusmet (Porta Uzeda) a piazza Stesicoro, con l’esclusione dell’attraversamento da via Fragalà a via Collegiata e via Sangiuliano. Il piano di pedonalizzazione riguarda anche via Vasta da via Mancini a via Etnea; via Museo Biscari da via Manzoni a via Etnea; via Carcaci da via Etnea a piazza Manganelli; via Minoriti da via Etnea a via Manzoni; via Santa Filomena; via Diana; via Del Ritiro; via Michele Rapisarda; piazza Vincenzo Bellini; piazza Mario Cutelli, carreggiata sud e carreggiata ovest; via Porta di Ferro, nel tratto tra la via Aparo e la piazza Mario Cutelli; piazza Currò; via Bozomo; via Auteri nel tratto da vicolo Buscemi a via Zappalà Gemelli; via San Calogero da via Zurria a via Scuto; via Vela da via Grimaldi a via Puglisi; via San Gaetano alle Grotte, da via Galvagna a piazza Stesicoro dalle ore 02,00 alle ore 20,00; via Gemmellaro da via Costarelli a via San Gaetano alle Grotte dalle ore 20,00 alle ore 02,00; via Faraone piazza Santa Maria della Guardia, lato sud area antistante chiesa parrocchiale di Santa Maria della Guardia; piazza Dante, area ad est antistante chiesa San Nicolò l’Arena; via Giuseppe Garibaldi, da piazza Mazzini a piazza Duomo; via Santa Barbara, da via Giuseppe Garibaldi a via Pozzo Mulino; via Sant’Anna, da via Giuseppe Garibaldi a via Vittorio Emanuele; via Ospizio di Beneficenza, piazza Asmundo e via San Benedetto, via Crociferi fino alla chiesa di San Camillo.

Questo programma unitario di azioni che punta a integrare spazi comuni – ha spiegato l’assessore Arcidiacono – per diventare pienamente operativo necessita, ovviamente, del tempo necessario per installare la segnaletica e i dissuasori in tutte le zone, alcune delle quali anche distanti dal centro storico. Abbiamo razionalizzato un sistema di pedonalizzazioni che non era omogeneo, come nella zona della Pescheria, destinata a diventare finalmente un mercato con tutti gli spazi limitrofi a servizio di una zona a vocazione commerciale in piena trasformazione”.

Condividi