Calcio, Lotito e il Catania? Le considerazioni del collega del “Messagero” Bernardini a Bella Sport

Claudio Lotito, patron della Lazio, potrebbe aiutare il Calcio Catania dell’amico Antonino Pulvirenti? Questa è una delle voci circolate negli ultimi mesi considerando la situazione della società etnea. La Redazione di Antenna Uno Notizie ha interpellato sulla questione il corrispondente del “Messaggero” Emiliano Bernardini nel corso della trasmissione Bella Sport, in onda su Bella Radio Tv (canale 814 del digitale terreste e in radio sugli FM 103.7), dal lunedì al venerdì dalle 13 alle 14.

Lotito vicino al Catania? Sicuramente anche nella Capitale questa voce circola, non come a Catania, anche per i rapporti tra i due presidenti. Ad ogni modo, non credo che Lotito potrà entrare a far parte della società del Catania se non per un supporto esterno”.

Condividi

Calcio, ufficiale: Bojinov è un giocatore del Pescara: la squadra abruzzese batte la concorrenza del Catania

Valeri Bojinov firma con il Pescara, dopo aver svolto stamani le visite mediche. L’attaccante bulgaro è arrivato ieri in aereo a Fiumicino. Il giocatore, nonostante la promessa fatta al mister del Catania Cristiano Lucarelli, sceglie la squadra abruzzese. L’atleta percepirà 100mila euro fino a giugno ovvero un contratto di 6 mesi con opzione di prolungamento (in favore della società).

Il Pescara è stato sempre la mia prima scelta, lo sa anche Lucarelli – dice Bojinov ai microfoni de “Il Centro” -. Io ad un certo punto gli avevo dato l’ok per Catania. Tuttavia, non credevo che lunedì sera si sarebbe aperta concretamente la pista Pescara. Io gli chiedo scusa, ma è stato un calciatore e mi capirà“.

Di seguito vi riportiamo il comunicato ufficiale diffuso dal club abruzzese: “La Delfino Pescara 1936 comunica di aver acquisito a titolo definitivo le prestazioni sportive dell’attaccante bulgaro classe ‘86 Valeri Bojinov”.

Condividi

Calcio, Bojinov a Pescara per le visite mediche: si va verso l’ufficialità?

Valeri Bojinov sta svolgendo le visite mediche a Pescara, squadra militante in Serie B. L’attaccante ieri in aereo è arrivato a Fiumicino non escludendo il passaggio con il Catania. Ad ogni modo, stamattina si è sottoposto agli esami di rito utili per il tesseramento. Il contratto proposto dal Pescara? 6 mesi con opzione di prolungamento (in favore della società) sarebbe la base. Salvo clamorosi risvolti o intoppi nel corso delle visite nelle prossime ore l’arrivo di Bojinov al Pescara potrebbe essere ufficializzato. Sarà l’esito di questi esami a determinare, in un senso o nell’altro, la fine di questa telenovela. Non resta, dunque, che attendere l’eventuale comunicato ufficiale che sancisca l’approdo del centravanti tra le fila degli abruzzesi.

Condividi

Calcio, Catania o Pescara questo è il dilemma di Bojinov: il giocatore arriva a Roma

La telenovela continua. Il giocatore Valeri Bojinov è atterrato da poco a Roma dichiarando di dover ancora decidere se giocare a Catania o a Pescara. Di seguito le parole rilasciate ai giornalisti presenti in aeroporto.

“Mi sento molto bene. Trattativa con il Pescara? Vediamo, finché non si mette nero su bianco non dico niente. Io avevo tanta voglia di tornare in Italia. Catania? Non ho deciso, i rossazzurri non sono un’ipotesi chiusa. Vedrò se scegliere gli abruzzesi o i siciliani“. Insomma la decisione dell’attaccante al momento appare ancora lontana.

Proprio mister Cristiano Lucarelli in conferenza ha dichiarato di comprendere il calciatore.

Bojinov? Il volo Sofia-Roma l’ha fatto, ora deve decidere quale coincidenza prendere. Il giocatore è integro fisicamente e calcisticamente parlando è giovane. Ha una carriera che parla per lui. È normale che abbia diverse possibilità e che debba essere convinto delle sue decisioni. Quello che è curioso è che, nonostante tutto, lasci aperta la porta pure a noi. Deve essere un onore per il Catania. Non ci trovo nulla di male nel fatto che si stia guardando intorno. Anzi trovo corretto che abbia deciso di prendersi un po’ di tempo per riflettere. C’è pure un aspetto economico, altri offrono cinque volte di più. Noi possiamo proporgli un progetto e dargli maggiori certezze legate all’impiego rispetto ad altre parti. Se non arriva lui? Non credo faremo altro sul mercato”.

Fonte foto: calciocatania.it

Condividi

Calcio, Bojinov sceglie il Catania: “Lucarelli era il mio idolo. È bello rispettare la parola data”. Fine della telenovela?

Valeri Bojinov giocherà nel Catania. Il giocatore, in un’intervista a Sportal, ribadisce di aver scelto il club rossazzurro nonostante la maxi offerta formulata dal Pescara.

“Catania? Vado nella società etnea. Ieri ho detto che avevo un accordo con Cristiano Lucarelli. È vero che il Pescara ha mostrato un forte desiderio di avermi. Ho parlato con il Presidente e l’offerta finanziaria era quasi doppia. Io non ho preso l’aereo la mattina perché avevo bisogno di valutare appieno la situazione. Ho dato la parola a Lucarelli, che era il mio idolo mentre giocavo in Serie A. Non ho più 20 anni. Ho due figli ed è bello rispettare la parola data. Catania è una squadra che merita un posto migliore di quello che ha attualmente. Personalmente voglio aiutare con la mia esperienza con i giovani per cercare di tornare in Serie B. Sono consapevole che ci vorranno alcune settimane per essere in forma ottimale. Tuttavia, ho piena fiducia in Lucarelli. Ci aiuteremo a vicenda”.

Condividi

Calcio Catania, i tifosi dei gruppi organizzati (e non solo) ritornano al Massimino dalla sfida con la Ternana di Coppa

Il tifo organizzato ritorna allo stadio in occasione della gara di Coppa Italia contro la Ternana, programmata per giovedì alle ore 15. Di seguito riportiamo il comunicato diffuso sulla pagina Facebook “La Domenica allo stadio” che è vicina ai gruppi organizzati della Curva Nord catanese.

TORNEREMO ANCORA

Sì, ve lo diciamo subito, a voi che ce lo avete chiesto, che non avete approvato, che ci avete seguito, che con noi avete sofferto.
RIENTRIAMO.
E a riprova, per chi ne dubitasse, che la nostra non è una scelta di comodo, lo faremo giovedì, per una sfida quasi impossibile.
Cos’è cambiato?
Purtroppo nulla di sostanziale, non ci è permesso tirare alcun sospiro di sollievo, la situazione era e resta gravissima; la roccaforte della menzogna però è caduta, pensiamo anche grazie alla nostra spinta, e finalmente è calato il sipario sui teatrini e i loro impresari bugiardi.
Non tutto è ancora alla luce del sole, ma rimossi i falsi scenari di cartapesta, noi possiamo riprendere il nostro posto, anche se dovesse significare solo accompagnare la storia gloriosa della nostra matricola verso l’epilogo.
Continueremo a percorrere la stessa strada dei nostri nonni e dei nostri padri, porteremo con noi i nostri figli, non lasceremo solo il più grande sogno mai fatto da questa città: il Calcio Catania 1946.

Molte sono le vie
Ma una sola, quella che conduce alla verità
Finché non saremo liberi
Torneremo ancora
Ancora
E ancora”.

Condividi

Calcio, il Pescara supera il Catania? Dove giocherà Bojinov?

L’attaccante Valeri Bojinov, secondo quanto appreso dai giornalisti del sito web pescarasport24.it, si trasferirà al Pescara, nonostante le sue dichiarazioni in merito al trasferimento al Calcio Catania. Il giocatore aveva confessato alla testata Sportal di essere stato convinto dal mister etneo Cristiano Lucarelli ad approdare nel club di via Magenta. Pare che a far cambiare repentinamente idea al calciatore sia stata la categoria superiore, rispetto ai rossazzurri, della società biancazzurra. Il Pescara, infatti, milita in Serie B e ambisce ai playoff. Al momento nulla appare certo tranne il fatto che domani, a Catania o a Pescara, ci sarà un ritorno dalla Bulgaria.

Fonte foto: pagina Facebook Torre del Grifo

Condividi

Calcio, dalla Bulgaria al Catania: Bojinov diventerà un nuovo attaccante etneo

Colpo in attacco per il Catania Calcio. Il calciatore Valeri Bojinov giocherà nel club rossazzurro. Lo conferma lo stesso giocatore nell’intervista rilasciata al portale “Sportal”. Di seguito le sue parole:

Vado davvero a Catania. Lucarelli ha mostrato tanto interesse nei miei confronti e mi vuole con me fino al termine della stagione.
Mi auguro che tutto vada bene. Loro sanno che l’Italia è come una seconda patria per me. Non ho mai giocato in Serie C, però non è un problema. Il Catania è una società molto grande che ha una storia ed una tradizione importante. Il club poi ha uno splendido centro sportivo. A me non restano molti anni come giocatore. Tuttavia, ho ancora tanta voglia di giocare e divertirmi”.

Fonte foto: calciocatania.it

Condividi

Calcio Catania, ds cercasi: Laneri il profilo ideale, nomina nel corso della prossima settimana?

Ore frenetiche in seno al Calcio Catania tra incontri dirigenza-tifo organizzato (la rappresentanza di una parte dei gruppi della Curva Nord ha incontrato nei giorni scorsi una delegazione della società a Torre del Grifo), stabilizzazione della situazione attuale e studio di strategie in chiave futura. Un futuro le cui trame sono ancora molto difficili da distinguere e delineare, la sensazione che una visione ottimistica nell’ambiente etneo sia assolutamente inverosimile anche e soprattutto per i toni e i contenuti degli ultimi interventi del patron Nino Pulvirenti e dell’ex dirigente Pietro Lo Monaco in cui si parla di “debiti pazzeschi”, il tutto accompagnato dalla rivoluzione messa in atto in sede di calciomercato invernale nonostante le rassicurazioni dei mesi scorsi che non hanno trovato riscontro nel proseguo della stagione. Intanto c’è un campionato da condurre in porto a denti stretti, per non rischiare un finale che sia ancor più amaro di quanto già amara non sia la situazione al momento attuale. E’ arrivato Beleck, attaccante entrato in orbita Salernitana, ma a Catania fino a fine stagione (ha vissuto a Rieti la prima parte di stagione) ma mancano ancora dei tasselli affinchè il puzzle, almeno fino a giugno, sia al completo.

Dopo la nomina del nuovo amministratore delegato Giuseppe Di Natale, il quale ha chiesto ai tifosi di tornare allo stadio per supportare la squadra nel suo difficile cammino, il Calcio Catania lavora anche alla sostituzione dell’ormai ex direttore sportivo Christian Argurio, il cui addio risale ormai a molti mesi fa. Sono due i nomi risultati più gettonati per ricoprire la carica dirigenziale nella società etnea: l’ex ds del Siracusa, Antonello Laneri e l’ex ds del Trapani, Raffaele Rubino.

Il primo, favorito rispetto all’ex granata secondo l’indice di gradimento stilato dalla dirigenza, ha eseguito un lavoro minuzioso e positivo nel corso degli anni all’interno del club aretuseo ottenendo buoni risultati in relazione alle aspettative dirigenziali e incarnerebbe il profilo perfetto per dare supporto alla squadra. Rubino, invece, ha posto le basi per costruire la squadra trapanese che ha fatto il salto di categoria aggiudicandosi la promozione in Serie B lo scorso anno.

La nomina di Laneri, che avrebbe già discusso dei termini del suo arrivo col club, potrebbe arrivare già nella giornata di lunedì o comunque nel corso della prossima settimana. Per il Catania, che attualmente non vive una situazione rosea sul campo e anche al di fuori, riuscire ad individuare la figura del direttore sportivo potrebbe essere una mossa per cercare un minimo equilibrio che al momento risulta essere inesistente.

(foto calciocatania.it)

Condividi

Catania Calcio, l’amministratore delegato Di Natale: “Il dialogo è sempre opportuno e necessario”

Il nuovo amministratore delegato del Catania, Giuseppe Di Natale parla ai microfoni del sito ufficiale dei rossazzurri. Il neo dirigente chiede aiuto alla tifoseria raccontando di un incontro già avvenuto con parte della tifoseria organizzata della Curva Nord.
Di seguito le parole dell’ad:

“Ieri sera, a Torre del Grifo, abbiamo accolto una rappresentanza della tifoseria organizzata, delegazione della Curva Nord: anzitutto, ringraziamo chi ci ha dedicato attenzione e tempo. Il dialogo è stato appassionato e sempre cordiale, si è discusso del presente e del futuro. Abbiamo colto l’occasione per ribadire un principio fondamentale, per me ovvio: il calcio è per la gente e con la gente, è un concetto che ci ha dato ulteriore forza in queste ore di frenetico impegno, vissute a stretto contatto ed all’insegna della massima collaborazione con il Presidente Davide Franco e tutte le persone che si spendono quotidianamente per la società. Nella consapevolezza di dover meritare il sostegno, lavorando alacremente per lasciarci alle spalle il momento difficile, ci auguriamo che la squadra possa contare presto sulla formidabile spinta di chi ama incondizionatamente da sempre questi colori, questo stemma e questo club: il nostro è un appello sincero”.
Fonte foto: calciocatania.it

Condividi