Catania, uomo esce dal carcere e prova a dare fuoco alla compagna che lo aveva lasciato

Un uomo di 48 anni, dopo essere uscito dal carcere a seguito dell’arresto nell’operazione antimafia “Fiori Bianchi” poiché considerato esponente del clan Santapaola, ha tentato di dare fuoco alla compagna 47enne, donna che aveva deciso di interrompere la loro relazione sentimentale, e minacciato di morte anche il figlio 21enne. I Carabinieri del Nucleo Radiomobile della Compagnia di Gravina di Catania hanno arrestato il soggetto con l’accusa di tentato omicidio, tentato danneggiamento e atti persecutori e adesso si trova nuovamente in galera. La scarcerazione era avvenuta nell’aprile del 2018. L’individuo non…

Condividi
Read More

Enna, aggredito agente in carcere da detenuto

carceri; carcere augusta

Un ispettore della Polizia Penitenziaria è stato aggredito nel carcere di Enna da un detenuto straniero che voleva fare una telefonata alla famiglia nonostante non era consentito perché lo aveva già fatto il giorno prima. Al pronto soccorso l’agente è stato curato. Riscontrato un trauma distorsivo alla spalla sinistra. La notizia è stata diffusa dal segretario nazionale per la Sicilia del Sindacato autonomo polizia penitenziaria (Sappe), Calogero Navarra. Condividi

Condividi
Read More

Mafia, lascia il carcere il collaboratore di giustizia Giovanni Brusca

Giovanni Brusca, fedelissimo del capo dei capi di Cosa Nostra Totò Riina poi diventato un collaboratore di giustizia, ha lasciato dopo 25 anni il carcere di Rebibbia con 45 giorni di anticipo rispetto alla scadenza della condanna. L’uomo ha ammesso anche il suo ruolo nella strage di Capaci e nell’uccisione del piccolo Giuseppe Di Matteo. Brusca sarà sottoposto a controlli e protezione e a quattro anni di libertà vigilata. Lo ha deciso la Corte d’Appello di Milano. La scarcerazione, nel giro di poche ore, ha generato aspre polemiche. Il presidente della…

Condividi
Read More

Caltanissetta, ragazzo ai domiciliari festeggia compleanno con 14 persone: recluso in carcere

carceri; carcere augusta

Un ragazzo ai domiciliari finisce in carcere dopo aver organizzato il compleanno di un familiare con altre 14 persone. Si tratta di un 30enne di Caltanissetta – imputato per maltrattamento in famiglia, lesioni personali e resistenza a pubblico ufficiale – che è stato condotto dai poliziotti al carcere Malaspina. I partecipanti al party sono stati sanzionati per violazione delle misure anti-Covid-19. Condividi

Condividi
Read More

Augusta (SR), telefonini e droga in carcere: 16 misure cautelari

Maxi operazione contro telefonini e droga nel carcere di Augusta (SR). La Guardia di Finanza del nucleo Pef del Comando provinciale di Catania esegue 16 arresti, uno ai domiciliari. I reati ipotizzati – a vario titolo – sono associazione per delinquere finalizzata al traffico e allo spaccio di sostanza stupefacente e all’indebito procacciamento di apparati telefonici per i detenuti della casa circondariale della località siracusana nonché corruzione di pubblici ufficiali per atti contrari ai doveri di ufficio. Sono scesi in campo più di 70 militari delle Fiamme Gialle etnee con…

Condividi
Read More

Agente del carcere Pagliarelli di Palermo si suicida

carceri; carcere augusta

Un assistente capo coordinatore del Corpo di polizia penitenziaria, originario di Sambuca di Sicilia in servizio nella Casa circondariale di Pagliarelli a Palermo, si è suicidato all’età di 56 anni. La news è stata resa nota dal Sappe. “È una notizia agghiacciante – dichiara Donato Capece, segretario generale del sindacato -, che sconvolge tutti noi: dall’inizio dell’anno è il terzo suicidio che contiamo nelle fila del Corpo di polizia penitenziaria, uno dei quattro Corpi di polizia dello Stato italiano. Bisogna evitare strumentalizzazioni. Sui temi del benessere lavorativo dei poliziotti penitenziari…

Condividi
Read More

Catania, un’altra aggressione nel carcere di Piazza Lanza

carceri; carcere augusta

Violenza nel carcere Piazza Lanza di Catania. Sono sei le aggressioni registrate in meno di due mesi così come denunciato dal Sappe. Un detenuto con problemi psichici ha colpito con calci e pugni un ispettore e un assistente capo della polizia penitenziaria. Il segretario generale del sindacato, Donato Capece, si appella al Ministero della Giustizia affinché “solleciti interventi” per il reparto della struttura. “Questa è la sesta aggressione in meno di due mesi ai danni del personale – afferma Capece -. Purtroppo, nonostante le numerose denunce del Sappe, ad oggi…

Condividi
Read More

Catania, detenuto aggredisce due agenti al carcere Piazza Lanza

carceri; carcere augusta

Una nuova aggressione è avvenuta all’interno del carcere Piazza Lanza di Catania. Lo ha denunciato il Sappe (Sindacato autonomo polizia penitenziaria) per la Sicilia. “Siamo alla follia: questa è la quarta aggressione in meno di 20 giorni. Un Sovrintendente della Polizia Penitenziaria è stato aggredito da uno dei tanti detenuti con problemi psichiatrici, la cui gestione nel carcere etneo è ormai fuori controllo. Il poliziotto è stato colpito violentemente al volto, riportando una ferita all’arcata sopraccigliare destro: è stato immediatamente trasportato al pronto soccorso del nosocomio cittadino per le cure…

Condividi
Read More

Catania, poliziotti aggrediti da detenuto nel carcere piazza Lanza

carceri; carcere augusta

Violenza nel carcere piazza Lanza di Catania. Due agenti penitenziari negli scorsi giorni sono stati picchiati con schiaffi e pugni da un detenuto. Il sindacato SAPPE sostiene che i poliziotti sono intervenuti al fine di calmare il recluso molto nervoso per futili motivi ma hanno rimediato una vera e propria aggressione. Gli agenti, a causa delle ferite riportate, sono stati curati in ospedale. Si tratta dell’ennesimo caso denunciato dal sindacato che vorrebbe maggiore tutela per il personale penitenziario. Condividi

Condividi
Read More

Termini Imerese (PA), detenuto catanese tenta il suicidio in carcere: salvato

carceri; carcere augusta

Un detenuto catanese prova a togliersi la vita nel carcere di Termini Imerese. Si tratta di un 38enne recluso per i reati di maltrattamenti in famiglia ed estorsione. Gli agenti in servizio nella casa circondariale hanno salvato l’uomo. La notizia è stata diffusa dal Sindacato Autonomo di Polizia Penitenziaria (SAPPE). “Verso le 13 – dice Calogero Navarra, segretario nazionale per la Sicilia dell’organizzazione -, all’atto di immettere i detenuti del Reparto Cielo al passeggio, da una cella della sezione isolamento si sono uditi rumori che hanno allertato l’agente di servizio:…

Condividi
Read More