Messina, omicidio clochard: ritrovata borsa della donna

I Carabinieri della Compagnia di Messina Centro nell’ambito delle indagini sull’omicidio di Concetta Gioè, clochard uccisa l’11 settembre, grazie alle immagini acquisite dei sistemi di videosorveglianza hanno ricostruito una parte del percorso effettuato da Pietro Miduri, fermato due giorni fa per il reato. La donna è stata accoltellata nella notte mentre dormiva nelle vicinanze di un ingresso della Chiesa di Santa Caterina. In un’aiuola nelle vicinanze della stazione ferroviaria è stata rinvenuta la borsa presa dall’uomo che conteneva gli effetti personali della donna. L’autopsia sul corpo è stata effettuata ieri…

Condividi
Read More

Omicidio Vanessa Zappalà: nessuna autopsia sulla vittima, celebrati funerali dell’ex fidanzato

Nessuna autopsia su Vanessa Zappalà, 26enne uccisa mentre si trovava sul lungomare di Acitrezza dal suo ex fidanzato 38enne, Antonino Sciuto, che dopo l’omicidio si è suicidato. La Procura di Catania lo ha disposto e ha firmato il nulla osta per la restituzione del corpo alla famiglia. Domani mattina il trasferimento del feretro dall’obitorio del Policlinico di Catania alla casa di Trecastagni della vittima. I funerali saranno celebrati venerdì alle 19 sul sagrato del Santuario dei Santi Martiri Alfio, Filadelfo e Cirino. Questa mattina, invece, sono stati celebrati nella Chiesa…

Condividi
Read More

Prizzi (PA), uomo morto in casa: fermata compagna

Il 51enne Giuseppe Vincenzo Canzoneri, è stato trovato morto in un’abitazione in via Pagliarelli a Prizzi. Il corpo era riverso per terra accanto ad alcuni cocci di bottiglia. Nella dimora c’era la compagna 36enne Romina Soragni, fermata e condotta al carcere Pagliarelli. I Carabinieri della Compagnia di Lercara Friddi stanno indagando. Pare che la donna abbia colpito il compagno alla testa e l’uomo si sarebbe accasciato per terra. La fidanzata avrebbe vagato per le strade del paese in stato confusionale quando un poliziotto si sarebbe avvicinato alla donna chiedendole cosa…

Condividi
Read More

Siracusa, uccide un uomo e fugge: arrestato a Catania

Fermato un nigeriano 23enne dalla Polizia per l’omicidio di un connazionale, avvenuto il 12 luglio a Siracusa. La vittima è stata trovata con una grave ferita al petto riversa a terra in via Re Ierone II. Gli agenti hanno ricostruito la dinamica dei fatti. Tra i due era sorta una lite e il deceduto aveva sferrato un pugno all’altro che si è vendicato sferrando alcuni fendenti con un grosso coltello detenuto nella sua borsa. Il giovane è fuggito ed è stato rintracciato a Catania. I poliziotti della Squadra Mobile di…

Condividi
Read More

Mafia catanese, uomo uccide sorella nel 1995: misura cautelare

Un uomo è accusato di aver ucciso nel 1995 la sorella, figlia di un boss di uno storico clan del catanese legato a Cosa Nostra, poiché tradiva il marito con esponenti della sua famiglia mafiosa e di una rivale. Si tratta del 47enne Alessandro Alleruzzo, figlio del capomafia deceduto Giuseppe. Il soggetto è destinatario di un ordine di custodia cautelare per l’omicidio della congiunta, Nunzia. La donna era scomparsa il 30 maggio del 1995. Il figlio di 5 anni della donna raccontò di avere visto la madre uscire di casa con…

Condividi
Read More

Omicidio Ylenia Bonavera: Daniela Agata Nicotra resta in carcere. Ieri i funerali

Tribunale; Raciti

Si sono celebrati nel pomeriggio di ieri a Messina i funerali di Ylenia Bonavera, giovane donna accoltellata dall’amica Daniela Agata Nicotra, adesso in carcere per omicidio su ultima disposizione del Gip. Come testimoniato dall’autopsia eseguita sul corpo della vittima, la coltellata inferta dalla 34enne si è rivelata fatale per Ylenia, morta lo scorso 10 dicembre all’ospedale “Garibaldi centro” di Catania. Proprio nella giornata di ieri il Gip ha accolto la richiesta dei Pm Fabrizio Aliotta e Michela Maresca emettendo, nei confronti di Nicotra, un’ordinanza di custodia cautelare in carcere che…

Condividi
Read More

Castelvetrano (TP), scoperto omicidio: muore un uomo

Tragica morte a Castelvetrano. Il 33enne Vincenzo Adamo Favoroso sarebbe stato ucciso a colpi d’arma da fuoco la scorsa notte nella cittadina trapanese. Una lite avrebbe dato vita a una sparatoria in un locale di via Mazzini. I residenti hanno udito quanto stava accadendo lanciando l’allarme. La vittima, però, è stata trovata in un’altra zona della località. L’uomo era molto conosciuto a Castelvetrano in quanto tifoso e ultras della squadra calcistica “Folgore”. I Carabinieri stanno indagando sull’omicidio. La Polizia Scientifica ha eseguito i rilievi. Un soggetto in queste ore si…

Condividi
Read More

Omicidio Lentini (SR), ucciso 42enne: fermato un uomo

I Carabinieri hanno fermato un probabile responsabile dell’omicidio del 42enne di Lentini, Sebastiano Greco. L’uomo è stato ucciso a colpi di pistola sabato scorso in via delle Spighe. I militari hanno identificato il soggetto. Ancora in corso le ricerche per trovare il complice dell’uomo. Gli inquirenti sostengono che i criminali sarebbero scappati in sella a una moto. I malviventi avrebbero successivamente fermato una macchina e ferito il proprietario al polpaccio con un colpo di pistola poiché non voleva cedergli il mezzo. I soggetti hanno abbandonato l’auto appena rubata per prenderne…

Condividi
Read More

Lentini (SR), ucciso uomo con colpi di pistola: avviate le indagini

Un uomo è stato assassinato questa mattina alle ore 11 a Lentini, nelle vicinanze di un panificio in via delle Spighe. Si tratta del 42enne Sebastiano Greco che, secondo una prima ricostruzione dei Carabinieri, avrebbe litigato animosamente con un individuo. Quest’ultimo, poi, dovrebbe aver sparato alcuni colpi di pistola contro la vittima. Le ipotesi dei militari vedrebbero la presenza di un’altra persona oltre al killer, tesi sostenuta anche da alcuni testimoni che hanno visto due uomini rubare una vettura nella zona di un ufficio postale e successivamente scappare. Le Forze…

Condividi
Read More

Omicidio Lorena Quaranta, Procura Messina: il fidanzato ha pianificato l’uccisione

La Procura di Messina ha notificato un avviso di conclusione indagine ad Antonio De Pace, l’infermiere calabrese che ha ucciso la fidanzata, Lorena Quaranta il 31 marzo del 2020. Contestata al soggetto anche l’aggravante della premeditazione. De Pace, secondo le prove raccolte dagli inquirenti, manifestava l’intenzione di trasferire ai nipoti i risparmi depositati nel conto corrente. Da tale azione, secondo l’accusa, è possibile presumere che l’individuo abbia pianificato il delitto conoscendo le conseguenze derivate. L’uccisione si è verificata a Furci Siculo, nel messinese. La studentessa universitaria è stata strangolata dal…

Condividi
Read More