Furbetti del Reddito di Cittadinanza nel palermitano: 7 denunce

reddito

Sono state denunciate dalla Guardia di Finanza 7 persone che percepivano indebitamente il Reddito di Cittadinanza e avevano omesso di comunicare il proprio stato detentivo, condanne e/o interdizioni proprie o di un componente maggiorenne del proprio nucleo familiare. Sono soggetti residenti fra Partinico, Trappeto, Cinisi, Terrasini, San Giuseppe Jato e Borgetto. Le somme indebitamente percepite ammontano a più di 65mila euro.  Condividi

Condividi
Read More

Indebiti percettori del Reddito di Cittadinanza nel trapanese: 19 denunce

Denunciate 19 persone dai finanzieri del Comando Provinciale di Trapani nell’ambito dell’indagine denominata “Ghost Residence” in quanto indebiti percettori del Reddito di Cittadinanza. Si tratta di soggetti di Campobello di Mazara che tra il 2019 e il 2020 hanno falsamente dichiarato di vivere da soli e di versare in condizioni di indigenza. I responsabili sono stati segnalati all’Inps per la revoca del beneficio e il recupero delle somme già erogate per un importo complessivo di oltre 180mila euro. Condividi

Condividi
Read More

Furbetti del Reddito di Cittadinanza nel palermitano: 5 denunce

La Guardia di Finanza di Carini ha individuato 5 soggetti (3 residenti a Carini e 2 a Capaci) che percepivano indebitamente il Reddito di Cittadinanza. Sono 2 gli individui che risultavano aver vinto giocando alle scommesse online per consistenti importi. Un’altra persona non aveva il requisito della residenza in Italia e i rimanenti sono risultati destinatari di misura cautelare personale degli arresti domiciliari. I coinvolti sono stati denunciati alla Procura della Repubblica di Palermo per le violazioni. Sotto sequestro le 4 “Card”. Gli stessi sono stati segnalati all’Inps e dovranno…

Condividi
Read More

Carini (PA), beccati 3 furbetti del RdC

Ancora furbetti del Reddito di Cittadinanza nel palermitano. Sono risultati indebiti percettori tre soggetti residenti a Carini. La Guardia di Finanza e l’Inps hanno scoperto che i coinvolti non avevano dichiarato nella richiesta di accesso alla misura vincite online per importi superiori a 20mila euro. Gli individui quindi hanno denunciato tutti alla Procura della Repubblica di Palermo. Avviato l’iter per sanzioni amministrative di revoca/decadenza del beneficio nonché per il recupero coattivo delle somme già indebitamente percepite (più di 76mila euro). Condividi

Condividi
Read More

RdC e lavoro in nero nell’agrigentino: denunce e sanzioni

antimafia; Biot

Una donna di 47 anni e sua figlia 28enne di Raffadali percepivano il Reddito di Cittadinanza e lavoravano in nero. I Carabinieri del Nucleo Ispettorato del Lavoro di Agrigento hanno beccato e denunciato le due mentre lavoravano in un autolavaggio. La somma illecitamente percepita si aggira intorno ai 5mila euro, riferita al periodo tra novembre 2020 e maggio 2021. In un cantiere edile di Siculiana i militari hanno trovato un giovane operaio che lavorava in nero. I Carabinieri hanno sospeso temporaneamente l’attività imprenditoriale ed elevato sanzioni amministrative per 5mila euro.…

Condividi
Read More

Cinisi (PA), impresa edile abusiva

La Guardia di Finanzia ha trovato un’impresa edile abusiva a Cinisi, nel palermitano. Il titolare dell’azienda e un suo dipendente (in nero), che dallo scorso febbraio percepiva il Reddito di Cittadinanza, sono stati denunciati. Scoperto pure un deposito nel quale venivano stoccate centinaia di confezioni di pittura, smalti e solventi, materiali decorativi e attrezzature. Nei confronti del titolare è stato avviato l’iter per l’apertura della partita Iva d’ufficio. Contestata allo stesso l’omessa installazione del misuratore. Sanzionato per l’impiego di manodopera irregolare. Sotto sequestro deposito e merce. Il lavoratore, risultato percettore…

Condividi
Read More

Lercara Friddi (PA), trovati furbetti del Reddito di Cittadinanza: 11 denunce

Crias; Vitalizi; cosa nostra

Beccati furbetti del Reddito di Cittadinanza in Sicilia. I Carabinieri hanno denunciato alla Procura di Termini Imerese 11 persone di Lercara Friddi (PA). Sono soggetti di età compresa tra i 20 e i 54 anni. I coinvolti sono accusati di dichiarazioni false per ottenere il sussidio e cercare di eludere i controlli da parte dell’Inps. Una donna per percepire il beneficio avrebbe omesso di dichiarare che il marito arrestato era stato condannato con sentenza definitiva per associazione mafiosa. Il danno erariale complessivo è quantificato in circa 75mila euro. In passato…

Condividi
Read More